Quanto mi esce bene…

…fare le cose facili, che mi vengono sempre bene, senza correre rischi e andarci troppo per il “sottile”!!! Lavoro sempre più su me stesso, magari in modo errato, ma i risultati sono immediati e tangibili. Sono momenti particolari in cui mi illudo, beatamente, di avere il controllo; seppur palese illusione serve parecchio a rifocillarmi, motivarmi e a darmi grosse spinte per insistere e avvicinarmi pian piano verso obbiettivi che talvolta mi appaiono,anche se non vicini, ma, realmente, realizzabili.
in questo periodo avrò ancora più tempo e ne gioisco,  strenne a parte…
Voglio un inverno freddo, ma domenica accendo la stufa…
LAM

Non credere di rimanere sempre lo stesso

Perché pian piano, giorno dopo giorno, anche io, cresco…

Lascia che cada. Lascia che strida. Tornerà a grondar sudore. Ora impara solo a incassare.

Sono fermamente convinto che delle volte la vita sia complicata. Altrettanto convinto che i problemi sono io a crearmeli: tutto in realtà si svolge in 2 dimensioni (spazio/tempo) ben definite e lineari e quando le cose filano lisce è molto più facile accorgersene e goderne. Sono questi momenti che si dimenticano più facilmente lasciando spazio a ricordi ben più cupi, grigi o dolorosi. Ma, come ripetuto altre volte, la consapevolezza cresce e insieme a quella punti di vista sino ad ora inesplorati. Molto bene. Fate anche bene a puntarmi il dito ma voglio solo cose facili e, semplicemente genuine…

voglio un inverno freddo, per ora mi spacco di wellness…

cose a caso

domenica. quel giorno lì che, ultimamente, faccio un po’ fatica. oggi, seppur tutti i presupposti per l’affosso ci siano, è diverso. che poi motivi particolari non ce ne sono. non ho manco bevuto. eppure così è. non che il futuro, nè il presente, risulti roseo roseo ma, c’è un ma: la consapevolezza dei pois mi rende stranamente sereno. so che piangerò ancora, cristando o gioendo della vita. mi tirerò gran pacche sulle spalle e, a tratti, non mi piacerò. programmerò imprese stupefacendomi e mi crogiolerò nella più bieca apatia. ma sembra che alternative non ce ne siano, sicché… ne gioisco. colgo sempre più, anche perchè me lo dicono, la sensazione dell’irrefrenabile espandersi del mio ego-ismo/centrismo. “qualche” rischio c’è: me ne faccio una ragione. punto.

voglio un inverno freddo, per ora prendo la febbre…

OT: sarà sempre un caso MA mentre ascoltavo questa una cosa bella tanto oggi è successa e manco ancora lo sapevo: Benvenuta!!! 😀

essere deve come così …

“…questa tua ossessione è uno spreco di vita che potresti dedicare a tutto ciò che rimane: contemplare la natura, coltivare la gentilezza e le amicizie e… DANZARE!!!”

Ho ben presente questo monito ma delle volte mi distraggo, divento pigro e mi lascio trasportare da quella parte brutta di me! Come altre volte tenterò di recuperare, fino a che il prurito diventerà ricordo e mi sentirò ancora leggero. Ora no, voglio annusare quel cattivo odore, come quando ammazzi una cimice, consapevole che non ti piacerà…

Voglio un inverno freddo, per ora inizio a chiudere le finestre…

Autunno o Primavera?

Che anche le mezze stagioni in estinzione si siano girate??? Sarà ma qui mi rifiorisce tutto… Dopo 13 mesi sono tornato ad indossare le scarpette e a corricchiare senza sentir (tanto) dolore! Sembra ‘na cazzata ma per me vuol dir tanto! Che cadano copiosamente le foglie, a me viene addirittura da cambiare le lenzuola!!! :->
LAM SBP

 

ps … e non sentire più il bisogno di difendermi da nessuno…

repetita iuvant

Sicuramente non sempre ma quando ti capita di decidere di stare a cazzi tuoi e affrontare le cose come vengono l’incognita è dietro l’angolo ma… chissà perché poi, a me va spesso di culo! Così tutto ciò che di bello mi aspettavo risulta limitante perché si anellano situazioni casuali piacevolissime a cui non riesco a sottrarmi! Che dire?? Ah boh ?!  Se non coniare un nuovo hashtag: #sonstracose

Vivere per quei momenti…

In cui senti l’armonia del tuo essere e ti viene spontaneo ribaltarla al mondo che ti si pare davanti…

Cresco. Giuro. Non sembra. Ma cresco.

Le consapevolezze non fanno che aumentare ma non riescono a spaventarmi, tipo questa sbattuta in faccia alle 6 del mattino:

Non mi pare un caso, come “Farfallina” di Carboni 5 secondi prima…

Avanti così! 🙂